domenica 18 marzo 2012

Siria - Maalula

Maalula significa " elevata ", ed infatti questo villaggio di quattromila abitanti è situato a 1430 metri sul livello del mare. Ci troviamo in Siria, a 55 Km dalla grande Damasco, lontani dal traffico e dai grandi palazzi.Passeggiando per le vie della città, tra le case color celeste e gialle, ci si accorge di due grandi campanili che svettano al di sopra dei tetti: sono i Monasteri di San Giorgio e Santa Tecla. A stupire non è la loro presenza , o le iscrizioni in lingua araba sotto uno splendido mosaico della Madonna con il bambino.  La cosa veramente sorprendente è invece che in questo villaggio vivono le uniche 3.500 persone al mondo che parlano ancora l'Aramaico, la lingua di Cristo, una delle lingue più antiche ancora parlate al mondo.Il 70% degli abitanti di Maalula è di fede cristiana ortodossa, di rito greco. Nel Monastero di San Giorgio vive ormai da molti anni un sacerdote Libanese che per i visitatori recita alcune preghiere in Aramaico. Ascoltando il suono di questa lingua è difficile non provare una profonda emozione. Santa Tecla invece, si può raggiungere percorrendo a piedi una stretta gola che, secondo la leggenda Dio fece aprire davanti alla Santa in fuga. Qui trovò rifugio e visse in una grotta fino alla morte. Visitando questo luogo si ha l'impressione di avere un autentico incontro con la storia. Gli abitanti di questo villaggio e le numerose suore del Monastero di Santa Tecla si impegnano tuttoggi per preservare la Lingua, le tradizioni e la storia di questa città così magica e purtroppo ancora poco conosciuta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...