domenica 10 marzo 2019

Turchia - Afrodisia - Agorá settentrionale

Afrodisia è un'antica città della Caria in Asia Minore (odierna Turchia). Si trova su un altopiano, ad un'altitudine di circa 600 m s.l.m., presso la valle del Meandro. La zona fu spesso soggetta ai terremoti. L'attuale villaggio di Geyre, nei cui pressi si trova il sito archeologico, si trova nella sottoprefettura di Karacasu e nella prefettura di Aydın (l'antica Tralles), da cui dista circa 100 km, e a circa 230 km da Smirne (Izmir). Il 9 luglio 2017 il sito archeologico è stato inserito nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Collocata tra l'acropoli e il tempio di Afrodite, non ancora interamente scavata, l'agorà è costituita da una vasta piazza rettangolare, impiantata nel I secolo a.C., circondata da portici di ordine ionico. Il lato settentrionale ("portico nord"), contiguo al palazzo vescovile, venne ricostruito nel V secolo.

Fonte Wikipedia

domenica 17 febbraio 2019

Torino - Palazzo Madama - Interno

Situato in Piazza Castello, nel pieno cuore di Torino, Palazzo Madama vanta una storia secolare e gloriosa, ed è uno degli edifici più rappresentativi del Piemonte, se non di tutta l’Italia. Il sito architettonico è oggi patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, ed è sede del Museo civico di arte antica. Dove oggi sorge questo maestoso edificio, ai tempi dei Romani si trovava la Porta Decumana, che permetteva l’accesso alla città dal lato del Po. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, la porta fu trasformata in fortezza a scopo difensivo. Poco si sa di questo edificio prima della sua acquisizione da parte dei Marchesi di Monferrato nel XIII secolo, alla quale seguì, nel XIV secolo, il passaggio della fortezza ai Savoia. Fu Filippo I di Savoia a iniziare l’ingrandimento e l’abbellimento del palazzo, facendone il suo centro di potere sulla città. Nei secoli successivi, il Palazzo ebbe solo il ruolo secondario di alloggiare gli ospiti della famiglia dei Savoia, diventando talvolta anche sede di spettacoli e matrimoni.

domenica 20 gennaio 2019

Volterra - Palazzo Pretorio - Piazza dei Priori

Palazzo Pretorio, noto anche come Palazzo del Capitano o di Giustizia è uno dei più rappresentativi del periodo medievale della città: fu costruito nella prima metà del XIII secolo e venne scelto come centro del potere legislativo e giudiziario. L’elemento che ancora oggi lo caratterizza è la facciata esterna nella quale sono murati gli stemmi gentilizi di podestà, capitani di giustizia e altre magistrature che si sono succedute nel governo della città. L’edificio fu utilizzato per un periodo anche come carcere: vicino all’ingresso si trova ancora la campanella di ferro a cui venivano legate le persone esposte alla berlina e all’interno del Palazzo è possibile vedere le antiche celle che ospitavano i detenuti, oggi utilizzate come salette espositive.

Fonte www.coopcollinemetallifere.it

lunedì 26 novembre 2018

Messico - Tulum

Tulum è un importante complesso archeologico Maya situato nella penisola dello Yucatán, in Messico. La sua particolare posizione, sulla costa a picco sul mare, ha fatto sì che fosse la prima città Maya ad essere avvistata dagli spagnoli il 3 marzo 1517. La sua favorevole posizione geografica ne aveva in precedenza decretato la fortuna facendola diventare un importante scalo commerciale di prodotti quali pesce, miele, sale, ossidiana e piume di quetzal. L'edificio più importante di Tulum è senza dubbio El Castillo situato nei pressi dell'approdo, una piccola insenatura che fungeva da porto. Meta di turisti provenienti da tutto il mondo, il fascino di Tulum è dato anche dalle sue spiagge di sabbia finissima, tipiche della costa caraibica.

Fonte Wikipedia

martedì 9 ottobre 2018

Kenya - Marafa - Hell's Kitchen

A 40 km a nord ovest di Malindi, percorrendo una strada a tratti dissestata attraverso estese piantagioni di ananas, villaggi e boschi di acacia, si possono ammirare i sorprendenti colori della depressione goelogica di Marafa, chiamata localmente “Nyari” che letteralmente si traduce “Il posto che si rompe da solo”. L’appellativo però con cui è maggiormente nota questa località è “La cucina del diavolo” (Devil's Kitchen or Hell's Kitchen). L’erosione della pioggia e il vento sono gli artefici del surreale canyon, formatosi nel periodo del Pliocene, che è un miracolo della natura unico anche per i più autorevoli geologi del pianeta. La roccia arenaria erosa per effetto delle piogge nel corso di millenni ha creato questo spettacolo senza eguali dove si alternano pareti verticali, guglie rossastre e pilastri di pietra alti anche 30 metri. Il momento migliore per visitarlo è verso il tramonto, quando il sole calante si fonde col rosso della terra e crea un’atmosfera magica e surreale. Alla luce del sole che tramonta le rocce assumono colori diversi che vanno dal bianco al rosa, dall'arancione al rosso.

lunedì 24 settembre 2018

Spagna - Minorca - Fortezza de la Mola

La Fortezza de la Mola fu costruita fra il 1848 e il 1875, per difendere l'isola dalla minaccia britannica d'invadere Minorca, per utilizzarla come base difensiva contro l'attacco dei francesi. La situazione strategica dell'isola, all'incrocio fra le rotte marittime del Mediterráneo, fu fonte di dispute dalla fine delle Guerre Napoleoniche nel 1815. Nel 1860, quando ancora si era a metà della sua costruzione, era ormai in corso la rivoluzione tecnologica dell'artiglieria e la fortezza era già antiquata. Nel 1896, ebbe inizio una seconda fase di costruzione, con l'installazione di barriere difensive, adattate ai nuovi cannoni. Fortunatamente la fortezza non è mai stata assediata e il suo attuale stato di conservazione è eccellente.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...