domenica 18 marzo 2012

Siria - Maalula

Maalula significa " elevata ", ed infatti questo villaggio di quattromila abitanti è situato a 1430 metri sul livello del mare. Ci troviamo in Siria, a 55 Km dalla grande Damasco, lontani dal traffico e dai grandi palazzi.Passeggiando per le vie della città, tra le case color celeste e gialle, ci si accorge di due grandi campanili che svettano al di sopra dei tetti: sono i Monasteri di San Giorgio e Santa Tecla. A stupire non è la loro presenza , o le iscrizioni in lingua araba sotto uno splendido mosaico della Madonna con il bambino.  La cosa veramente sorprendente è invece che in questo villaggio vivono le uniche 3.500 persone al mondo che parlano ancora l'Aramaico, la lingua di Cristo, una delle lingue più antiche ancora parlate al mondo.Il 70% degli abitanti di Maalula è di fede cristiana ortodossa, di rito greco. Nel Monastero di San Giorgio vive ormai da molti anni un sacerdote Libanese che per i visitatori recita alcune preghiere in Aramaico. Ascoltando il suono di questa lingua è difficile non provare una profonda emozione. Santa Tecla invece, si può raggiungere percorrendo a piedi una stretta gola che, secondo la leggenda Dio fece aprire davanti alla Santa in fuga. Qui trovò rifugio e visse in una grotta fino alla morte. Visitando questo luogo si ha l'impressione di avere un autentico incontro con la storia. Gli abitanti di questo villaggio e le numerose suore del Monastero di Santa Tecla si impegnano tuttoggi per preservare la Lingua, le tradizioni e la storia di questa città così magica e purtroppo ancora poco conosciuta.

12 commenti:

  1. Trovo le vostre foto meravigliose, poi scavate posti lontani dai soliti itinerari, siete dei veri pionieri.
    Graie!!

    RispondiElimina
  2. Sempre gentilissimo con noi Piero, grazie mille a te.
    Ciao ciao Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  3. Really a very nice photo.... i like your work very much.

    Ciao, Joop

    Buona serata

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Joop, buona serata anche a te e grazie mille della visita.
    Un caro saluto, Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  5. Posso solo immaginarla l'emozione che potete aver provato nel percorrere a ritroso la storia che questa citta racconta...i vicoli,le pietre,le mura...ma più di ogni altra cosa la lingua di Gesù..l'Aramaico.Grazie per la vostra testimonianza attraverso le foto e le documentazioni che le accompagnano.Un caro saluto...Gabry

    RispondiElimina
  6. Logicamente l'aramaico non l'abbiamo capito Gabry, ma sentire soltanto il suono di questa antica lingua, è stata un emozione veramente unica. Grazie mille a te per seguirci e per i tuoi commenti.
    Un salutone, Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  7. Questo villaggio è meraviglioso e la sua storia molto affascinante.
    Buona giornata.
    Miky

    RispondiElimina
  8. Grazie mille della visita Miky, molto gentile.
    Ciao ciao Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  9. Una meraviglia di villaggio,bravissimi Sandro e Cristina,
    Ciao ciao Mari

    RispondiElimina
  10. Veramente un bellissimo viaggio Mari, che purtroppo per un pò di tempo, nessuno potrà fare visto quello che succede in Siria, un vero peccato.
    Un salutone, Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  11. Una bella ciudad enclavada entre esas montañas; debe ser maravilloso pasear por esas calles llenas de historia y tradiciones y poder escuchar a sus gentes hablar en aramaico.

    Saludos.

    RispondiElimina
  12. Veramente uno spettacolo unico Jesús. Grazie mille della visita.
    Un caro saluto, Sandro & Cristina

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...