giovedì 16 dicembre 2010

Sass Pordoi 2.950 mt. - Paesaggio lunare

È uno di quei luoghi che esprimono la maestosità della natura, l’immensità del cielo, la dimensione dell’uomo… Ci sono turisti provenienti da ogni parte del mondo che ogni anno percorrono migliaia di chilometri per arrivare fin quassù in cima al Sass Pordoi, la più incredibile terrazza naturale sulle Dolomiti raggiungibile con la moderna funivia che dal Passo Pordoi, in 4 minuti di rapida salita, porta ai 2.950 m. della sommità. Già dalla stazione a valle della funivia vi troverete di fronte allo spettacolo di una delle più belle formazioni rocciose delle Dolomiti: il Sass Pordoi, poggiato su di un tondeggiante piedistallo erboso quasi sospeso sopra un enorme ammasso di detriti rocciosi sgretolatisi negli anni dalla roccia madre che maestosa ed impassibile sovrasta tutto il paesaggio. Durante la salita avrete il piacere di trovarvi “vis a vis” con questa montagna di infinita bellezza, vi sembrerà di poterne toccare le sporgenze, è una salita verticale che permette di percepire ogni rilievo, ogni ansa della montagna e di osservare gli alpinisti che la affrontano percorrendo alcune delle più belle vie attrezzate di questa zona, una su tutte la Via Maria” aperta nel 1932 dal “Diavolo delle Dolomiti” Tita Piaz. All'uscita della funivia troverete l'incredibile terrazza naturale sospesa fra le montagne dove nelle giornate di sole ci si può sdraiare proprio come in riva al mare. Ed il mare c’era anche qui un tempo, quel mare primordiale che si è ritirato migliaia di anni fa fermando il tempo sulle pareti delle montagne che ora dominano incontrastate il paesaggio rendendolo inconfondibile mentre allora erano solamente degli scogli sommersi. Da  qualunque lato del Sass Pordoi il vostro sguardo si levi, godrete di un panorama veramente a 360°su tutte le principali vette dolomitiche: dalla conca d’Ampezzo, alla Marmolada, dalle Pale di San Martino al Sassolungo, fino alle propaggini meridionali dei gruppi dell’Ortles, del Cevedale e delle Alpi svizzere ed austriache. Collegato alla funivia troverete l’accogliente Rifugio Maria con Bar, Ristorante e Self-service dove sarà un piacere indimenticabile consumare il pranzo comodamente seduti a gustare i piatti tipici della cucina dolomitica regalandovi l’ebbrezza di questo panorama mozzafiato. Per gli sportivi il Sass Pordoi è il luogo ideale per importanti escursioni verso il Piz Boè, per la traversata del Gruppo del Sella verso i Passi Gardena e Campolongo e per la discesa verso Colfosco attraverso la Val Mezdì.

16 commenti:

  1. Com'è bello il nostro Paese!
    Meta preferita dai provetti sciatori, non per me.. per me passeggiate e ammirazione
    Buona notte a domani

    RispondiElimina
  2. Vale anche per noi Minu, non siamo molto amanti della neve, per noi queste zone sono da visitare d'estate.
    Ciao notte, Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  3. Quanti ricordi con questa bellissima foto conosco il posto sia d'estate ma più d'inverno allora si partiva con gli sci ai piedi da Selva di V:gardena il Sella Canazei Pordoni giu fino ad Arabba, ai detto bene sono posti unici al mondo, complimenti ciao GUIDO.

    RispondiElimina
  4. Un grande piacere sentirti Guido, vediamo che questo posto lo conosci molto bene, per cui sai benissimo di che spettacolo stiamo parlando.
    Un saluto Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  5. Il titolo rende molto bene l'idea di questo posto meraviglioso.
    Buona domenica e saluti - Karl

    RispondiElimina
  6. Grazie mille per essere passato a trovarci Karl.
    Buona domenica anche a te, Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  7. ...che te posso dì?...incredibile a dirsi, ma il siciliano etneo conosce anche questo...d'estate però quando è ugualmente affascinante ma con altri effetti scenici...bellissima foto! Tantissimi Auguri! Ciao, Sal

    RispondiElimina
  8. Lo immaginiamo benissimo Sal, deve essere un altro scenario spettacolare.
    Ricambiamo di cuore gli auguri, a te e famiglia.
    Ciao buona domenica Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  9. Thats a great picture... i like the mountains of the Dolomiti.

    Have a nice day !

    Greetings, Joop

    RispondiElimina
  10. Thank you very much for your visit Joop
    Happy New Year!!!
    Bye Sandro & Cristina

    RispondiElimina
  11. Sono passata a fare una visita al vostro blog e lo trovo splendido. Questa foto poi è incredibile. Credo che condividiate con me la passione per la montagna, mi fa molto piacere avervi nei miei contatti. Vi seguirò con interesse!

    RispondiElimina
  12. Verissimo Julia, a noi la montagna piace moltissimo, soprattutto in estate (non siamo molto amanti della neve), dopotutto, ci abitiamo in montagna, visto che siamo Trentini, in pochi minuti di macchina, ci possiamo trovare su degli scenari incredibili.
    Siamo contenti che ti piaccia il nostro blog, e ancora più contenti se continuerai a seguirci.
    Un caro saluto, Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  13. Mozzafiato. È risaputo che io adoro i boschi, gli alberi (soprattutto abbracciare i pini montani. E si, ognuno ha le proprie abitudini, qualcuna forse un tantino bizzarra..), ma paesaggi di questo genere, a modo loro, sono pure molto vivi. Spesso avvicinano al Sacro quanto i paraggi lussureggianti. Anzi, per chi vive immerso nel verde, possono rivelarsi perfino più spirituali. Difficile calcolare cosa sentirai in ogni posto finché non lo visiti, ed è talmente grande il mondo... Eppure sembra che fra un po', nemmeno tanto, voi l’avrete girato tutto. Che male ai piedi! Ma che gioia nell’anima. Complimenti: scommetto che avete capito tutto della vita, o al meno il più importante.
    Saluti natalizi da Hervás

    RispondiElimina
  14. Grazie mille della visita e del commento Salomé, che ci ha fatto immensamente piacere, una descrizione molto elaborata e molto bella, ancora grazie.
    Con l'occasione, ti facciamo i nostri migliori auguri di Buon Anno Nuovo, a te e famiglia.
    Un saluto, Sandro e Cristina

    RispondiElimina
  15. Lo scarpone

    Un passo dopo l'altro
    con fatica
    s'innalza lo scarpone
    alla montagna
    Sentieri nuovi traccia
    all'orizzonte
    con l'animo goioso
    e il cuore in gola
    Quando giunto alla vetta
    il passo si ristora
    il mondo s'allontana
    il cielo è una festa
    commosso
    ricordo i vecchi amici
    di cordata.
    (Salvatore, semplicemente)
    Sandro e Cristina: Vi splenda nel cuore il sorriso più dolce delle nostre montagne.
    Auguri in occasione delle festività natalizie!
    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille del pensiero Salvatore, tanti auguri anche a te e famiglia.
      Un caro saluto, Sandro & Cristina

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...